Fare e accettare critiche costruttive

Fotografia del viso della collaboratrice Julia MartinsJulia Martins4 gennaio 20218 minuti di lettura
facebooktwitterlinkedin
Immagine del banner dell'articolo Fare e accettare critiche costruttive
Prova Asana adesso

E se ti dicessimo che non sei perfetto?

Ovviamente, lo sai già, ma dà fastidio lo stesso. Le critiche, di qualsiasi tipo siano, possono essere difficili da digerire, specialmente quando si tratta di qualcosa sulla quale hai speso tempo ed energie. Per natura, tutti vogliamo fare un buon lavoro. Ma le critiche sono importanti quanto gli elogi, se non di più. Un feedback positivo e costruttivo può aiutarti a migliorare e guidarti verso nuove vette che altrimenti non avresti raggiunto.

Con questo non vogliamo dire che fare e accettare critiche costruttive sia facile. Ma quando sai come accettarle, diventi un dipendente, un amico e un membro del team migliore. In questo articolo, tratteremo tutto ciò che devi sapere sulla critica costruttiva.

Cos'è la critica costruttiva?

Prima di approfondire come fare e accettare critiche costruttive, dobbiamo capire di cosa si tratta. Questa abilità consiste nel fornire feedback costruttivi, supportati da esempi specifici, per aiutarti a migliorare in alcune aree. Le critiche costruttive dovrebbero essere fatte in modo amichevole e con buone intenzioni. Teoricamente, la persona che le formula dovrebbe anche essere pronta ad aiutare a raccogliere idee su possibili soluzioni e azioni successive, in modo che la critica funga da strumento prezioso nel processo di crescita.

Migliora la collaborazione del team con Asana

È importante ricordare che la critica costruttiva non è una critica negativa, né dovrebbe essere interpretata come tale. Anche se le critiche costruttive non saranno sempre positive, dovrebbero cercare di aiutare qualcuno a migliorare, non a demotivarlo.

Critica costruttiva e critica distruttiva

Potrebbe capitare di ricevere feedback presentati come critiche costruttive, ma che in realtà sono solo velati commenti negativi. In questo caso, si parla di critica distruttiva. A differenza di quella costruttiva, che mira ad aiutarti a crescere e diventare una persona, un dipendente o un amico migliore, la critica distruttiva è:

  • intesa come attacco personale

  • pensata per danneggiare l'autostima di qualcuno

  • pubblica

  • generica o di scarsa utilità

  • ipercritica o inutilmente pedante

Se ti trovi di fronte a critiche distruttive, non aver paura di respingerle o chiedere aiuto a un mentore. A seconda della situazione, tu, un mentore o il reparto risorse umane della tua azienda potete gestire il problema.

Leggi: La miglior strategia che non stai usando per risolvere i contrasti

I vantaggi della critica costruttiva

Anche se dai il consiglio perfetto, muovere o accettare critiche costruttive non è facile, ma non rinunciarvi. Le critiche costruttive, infatti, possono aiutare a crescere sia te che la persona alla quale le stai facendo, sia a livello personale che professionale.

quotation mark
Un feedback onesto e critico in realtà può rafforzare un legame piuttosto che deteriorarlo.”
Justin Rosenstein, cofondatore di Asana

Quando le critiche sono costruttive, crei un'atmosfera di apertura e fiducia. Non tutte le conversazioni che avrai con il tuo team saranno facili, ma i confronti difficili sono una parte importante dello sviluppo di un team collaborativo.

In Asana, il feedback di ogni tipo è un aspetto importante della nostra cultura. Tutti i nostri dipendenti seguono la formazione del Conscious Leadership Group per imparare a scambiarsi feedback in modo costruttivo. Abbiamo anche incentrato i nostri valori aziendali sulla consapevolezza, sull'oggettività e sul dare e assumersi la responsabilità. Quando qualcosa va storto, utilizziamo la tecnica dei "cinque perché" per scoprire la causa principale di un problema.

Ogni azienda ha i propri valori e le proprie pratiche, ma conversazioni costruttive e oneste possono aiutarti ad abbattere le barriere e sviluppare un clima di fiducia e un legame più stretto con i membri del tuo team e i collaboratori. Se pensi che valga la pena provare, continua a leggere.

Undici consigli per fare critiche costruttive

Chiunque può criticare in modo costruttivo, ma ciò che conta è affrontare la conversazione nel modo giusto. Se non hai mai provato questa tecnica, ecco 11 cose da fare e da non fare per un feedback utile, costruttivo e amichevole.

1. Fare: usare frasi in prima persona

Le frasi in prima persona sono un modo per esprimere la tua opinione concentrandoti sulla situazione, piuttosto che sulla persona di cui stai parlando. Frasi come "Ho la sensazione che..." o "Penso che..." hanno maggiore effetto di "Hai detto..." o "Hai fatto...".

Con le frasi in prima persona, puoi rendere il feedback meno personale incentrandolo sulla tua esperienza. Inoltre, chiarisci costantemente che stai condividendo i tuoi pensieri e le tue opinioni, piuttosto che fatti oggettivi. Questo può aiutare chi riceve la critica costruttiva a stare meno sulla difensiva.

Esempio di frase in prima persona

"Penso che potresti usare più immagini nelle tue diapositive. A volte, passo il mio tempo a leggere il testo sulla pagina, il che mi distrae. E se invece includessi in ogni diapositiva solo gli argomenti principali?"

2. Non fare: utilizzare il metodo del sandwich

Probabilmente hai già sentito parlare del metodo del sandwich, che è forse la strategia di critica costruttiva più nota. Questo metodo prevede di iniziare con una nota positiva, menzionare la critica costruttiva e finire con un altro commento positivo.

Nonostante la sua popolarità, il metodo del sandwich non è un modo efficace per comunicare critiche utili e costruttive. Poiché distoglie l'attenzione dalla critica costruttiva, ci sono poche opportunità per renderla utile o per discutere i prossimi passi. Invece, dedica tempo a rendere il tuo feedback il più specifico e utile possibile, a prescindere da quanto ne devi dare.

3. Fare: fornire un feedback di utilità pratica

L'obiettivo della critica costruttiva è dare alla persona qualcosa su cui lavorare. Oltre a sottolineare ciò che potrebbe essere migliorato, una critica costruttiva include idee e azioni che quella persona può intraprendere per sviluppare ulteriormente le proprie capacità. Quando fornisci il tuo feedback, assicurati di chiarire che sei disponibile per ulteriori discussioni o brainstorming, se ciò risultasse utile per la persona interessata.

Se il tuo feedback non ha utilità pratica, non darlo o aspetta di avere qualcosa di utile prima di portarlo all'attenzione della persona. Senza consigli di utilità pratica, il tuo feedback potrebbe rasentare la critica distruttiva.

Esempio di critica costruttiva di utilità pratica

"Mi è piaciuta molto l'idea che hai condiviso durante la riunione della campagna di marketing. Tuttavia, penso che il motivo per cui non ha ottenuto il successo che avrebbe potuto riscuotere sia perché non l'hai ricollegata al processo. Al tuo posto, porterei alcuni esempi rilevanti come supporto al piano".

4. Non fare: condividere il tuo feedback in pubblico

Anche le critiche costruttive meglio formulate possono essere difficili da accettare, soprattutto se la persona alla quale le stai facendo ha dedicato molto tempo ed energie al proprio lavoro. Affinché il feedback sia costruttivo e utile, devi aprire un dialogo su come la persona può migliorare.

Questo tipo di dialogo non è possibile se condividi il tuo feedback in pubblico. Invece di iniziare una conversazione, l'interessato potrebbe provare imbarazzo o sentirsi attaccato a livello personale, rispondere in maniera difensiva o semplicemente ignorare il feedback. Assicurati di dedicare abbastanza tempo a una conversazione produttiva, programmando apposite sessioni per le critiche costruttive o facendole durante i regolari colloqui individuali.

5. Fare: includere commenti positivi ove appropriato

Solo perché il metodo del sandwich non è il modo migliore di fornire feedback, non significa che non dovresti dare riscontri positivi. Le critiche costruttive non dovrebbero riguardare solo aspetti negativi. Dire a qualcuno cosa ha fatto bene è altrettanto utile, in quanto gli consente di dedicare del tempo a migliorare i propri punti di forza, oltre che a rafforzare le proprie debolezze.

Esempio di critica costruttiva positiva

"Il lavoro che hai fatto la scorsa settimana è stato davvero innovativo. Mi è piaciuto molto il modo in cui hai guardato al feedback dei clienti da una prospettiva diversa: mi sembra che tu abbia trovato una soluzione alla quale forse non avremmo pensato".

6. Non fare: usare falsa positività

Detto questo, oltre a evitare il metodo del sandwich, dovresti anche evitare la positività a tutti i costi. La ragion d'essere della critica costruttiva non è fare complimenti senza senso, ma aiutare a crescere e migliorare.

A prescindere dal tipo di feedback che dai, assicurati di rifletterci prima su e di essere sincero. Un feedback senza sincerità può sembrare inutile e rendere più difficili le conversazioni future a riguardo.

7. Fare: promuovere il dialogo

Le critiche costruttive non hanno valore a meno che non ci sia possibilità di dialogo. Utilizzare frasi in prima persona serve a fornire le tue opinioni, ma le persone interessate potrebbero avere un punto di vista diverso. Concedi loro il tempo di porre domande sul motivo per cui pensi quello che pensi e su come possono migliorare in base a quanto hai detto loro. Tieni presente che le migliori critiche costruttive sono collaborative, non prescrittive.

Esempio di come trasformare una critica costruttiva in una conversazione

"Ho la sensazione che la tua concentrazione durante l'ultimo progetto non fosse al massimo. Cosa ne pensi? C'è qualcosa che non ti è chiaro riguardo al nostro approccio a questo progetto?"

8. Non fare: provare a "sorprendere" con un feedback

Fornire feedback può essere scomodo. A volte, potrebbe essere imbarazzante o spiacevole far sapere alla persona che vuoi darle un feedback. E se si mettesse sulla difensiva o avesse altre domande per te?

Tentare di "sorprendere" qualcuno con critiche costruttive può trasformare un potenziale momento di crescita in un'esperienza negativa. Se inatteso, il tuo feedback può diventare frustrante e opprimente la persona potrebbe sentirsi attaccata a livello personale. Assicurati, invece, di far sapere agli interessati qual è il tuo intento.

9. Fare: fornire feedback in modo tempestivo

La critica costruttiva è utile se non si lascia trascorrere troppo tempo. In questo modo, lo scenario è ancora fresco nella tua mente e in quella degli interessati. Se aspetti troppo, il tuo feedback potrebbe essere meno pertinente e, di conseguenza, meno utile. Pertanto, cerca di fornirlo entro 2-7 giorni.

Esempio di critica costruttiva tempestiva

"Volevo parlarti della presentazione che hai fatto agli stakeholder esecutivi giovedì scorso. Le tue diapositive erano davvero chiare, ma mi sarebbe piaciuto avere più tempo per domande e risposte. La prossima volta potresti inviare qualcosa da leggere prima, in modo da saltare le prime diapositive".

10. Non fare: dare un feedback senza ponderarlo

È vero che il feedback va fornito in modo tempestivo, ma prima è necessario rifletterci su. Anche se hai avuto un'illuminazione e hai capito come una persona potrebbe migliorare, aspetta almeno un giorno per assicurarti che il feedback sia necessario e che tu possa darlo in modo costruttivo e positivo. Prima di incontrare qualcuno per fare critica costruttiva, chiediti:

  • Quel feedback lo aiuterà a migliorare?

  • Ha bisogno di ricevere quel feedback?

  • Ho la possibilità di aiutarlo a riflettere su come migliorare?

  • Quali sono, se ci sono, i prossimi passi che la persona interessata può intraprendere?

11. Fare: mantenere un tono e un linguaggio del corpo amichevoli

In fin dei conti, le critiche costruttive devono aiutare una persona a migliorare, pertanto, assicurati di mantenere un linguaggio del corpo positivo e un tono leggero.

All'inizio potresti non sentirti a tuo agio nel fare critiche costruttive, quindi potresti esercitarti a dire ciò che devi e come lo dirai. Presta particolare attenzione al tuo tono e assicurati di non avere un'espressione accigliata o lo sguardo truce e di non incrociare le braccia. Anche se non provi frustrazione, questi segnali possono mettere il tuo interlocutore ancor più sulla difensiva e rendere l'incontro poco produttivo. Se devi fare critiche costruttive da remoto, assicurati di attivare il video per la chiamata.

I sei passi per accettare critiche costruttive

Ora che hai imparato a muovere critiche costruttive, come reagisci quando invece il feedback lo ricevi? Accettare critiche costruttive senza mettersi sulla difensiva può essere davvero difficile, pur essendo consapevoli delle buone intenzioni del nostro interlocutore.

Se la persona preposta a darti un feedback mette in pratica i consigli che ti abbiamo illustrato sopra, allora ti avrà informato della ragione del vostro incontro e tu avrai modo di prepararti.

Anche se ricevi critiche costruttive spontanee, purché non siano distruttive, prova questi sei passi per imparare ad accettarle.

  1. Evita di reagire immediatamente. Le critiche possono innescare reazioni aggressive e trasformare una sessione che voleva risultare utile in una sfida alimentata dall'adrenalina. Prima di rispondere, fai un respiro profondo e resisti all'impulso di reagire, rispondere o discutere.

  2. Se necessario, ricorda che le critiche costruttive possono aiutarti a migliorare. Anche se non sapevi che sarebbe arrivata, non dimenticare che questa critica viene fatta solo per il tuo bene.

  3. Ascolta per capire, non per rispondere. Quando qualcuno fa critiche costruttive, ascolta senza rispondere o metterti sulla difensiva. Tieni presente che l'intenzione dell'altra persona è di aiutarti.

  4. Associa la critica costruttiva al tuo ruolo, non al tuo io. Le critiche, seppur costruttive, vengono spesso interpretate come personali, come se fossero dirette a noi. Ma in un ambiente di lavoro, sono legate al ruolo. Un buon feedback può aiutarti a migliorare nel tuo lavoro e la maggior parte delle volte non è così personale come sembra.

  5. Ringrazia la persona che ti ha dato il feedback. Fare una critica costruttiva è difficile. Ringrazia la persona per la sua energia e l'impegno nell'aiutarti a migliorare.

  6. Fai domande, senza mettere in discussione il feedback. Non devi né mettere in dubbio né rifiutare il feedback, ma puoi fare domande e raccogliere idee su come puoi migliorare. Se non te la senti di fare domande subito dopo aver ricevuto una critica, va bene lo stesso. Organizza un incontro successivo per discuterne.

Migliora la collaborazione del team con Asana

La critica costruttiva crea collaborazione nei team

Se fatte bene, le critiche efficaci possono aprire la strada a una sana collaborazione nel team, perché i membri sono aperti e onesti l'uno con l'altro e non hanno paura di parlare dei problemi reali. Dopo aver letto questo articolo, sei sulla strada giusta per collaborare meglio e in modo più efficace.

Per continuare a sviluppare le tue capacità di lavorare in gruppo, leggi il nostro articolo sulla collaborazione nei team.

Risorse correlate

Articolo

Persönlichkeitstest: Diese Methoden stehen zur Verfügung!